Cosa sono le cimici da Letto?

Le cimici da letto, note anche come cimici dei letti o cimici del materasso, sono dei piccoli insetti succhiatori di sangue (ematofagi), che tendono a vivere nelle stanze da letto e a pungere le persone nel corso della notte.
Le cimici da letto sono degli insetti infestanti, capaci di diffondersi molto velocemente in tutte le stanze di un edificio, a patto che trovino un ambiente accogliente. Questi insetti hanno una predilezione per le case, gli appartamenti, gli hotel e gli ospedali, in quanto amano i luoghi caldi, specialmente nel corso della notte.
Le punture delle cimici da letto non sono pericolose e non trasmettono alcuna malattia, ma provocano comunque una sensazione assai fastidiosa, perché possono dar luogo ad arrossamenti cutanei e a prurito.
Origine del termine ematofago:
L’aggettivo ematofago significa letteralmente “che si nutre di sangue”. Il termine deriva dall’unione di due parole di origine greca: ema (αἷμα), che vuol dire sangue, e fagia (ϕαγία), che vuol dire mangiare.

Dove si nascondono di giorno?

Di giorno, una casa infestata dalle cimici da letto appare del tutto normale; gli insetti, infatti, sono nascosti nelle loro tane, di solito rappresentate da: piccole crepe nei muri, strette fessure nell’intelaiatura dei letti in legno, cuciture dei materassi, lacerazioni della tappezzeria, prese elettriche e, infine, allarmi antifumo.

Cosa le fa uscire la notte?

Le cimici da letto sono attratte dal calore che si crea nelle stanze da letto durante la notte e dall’anidride carbonica esalata da coloro che vi soggiornano. Ecco per quale motivo è più facile rintracciarle in questi luoghi della casa e perché si chiamano in questo modo.
Ciò, tuttavia, non significa che siano degli insetti prettamente notturni; prediligono la notte, è vero, ma si muovono anche con la luce, sebbene si tratti di un evento molto raro e a cui è difficile assistere.

Sono un segno di poca pulizia?

Le cimici da letto non sono attratte dalla sporcizia e non sono un segnale di scarsa igiene, come possono esserlo, per esempio, gli scarafaggi.
Pertanto, possono essere infestati sia luoghi puliti regolarmente e con minuziosità sia luoghi sporchi e non igienizzati a dovere.
La puntura di una cimice da letto provoca generalmente la comparsa di una macchia rossa sulla pelle (il cosiddetto rash cutaneo), associata a prurito locale. Questi effetti possono essere più o meno immediati: in alcuni casi, infatti, compaiono dopo poche ore; in altri, dopo uno o più giorni.
In realtà, è raro osservare una sola puntura, mentre è assai più frequente identificarne una serie; questo perché la cimice da letto succhia il sangue in punti diversi.
Le parti anatomiche più colpite sono le aree che, di solito, sono scoperte quando si va dormire: cioè la faccia, le mani, le braccia e il collo.

COMPLICAZIONI: è possibile che qualche persona, una volta punta da una cimice da letto, sviluppi una reazione allergica. Tale reazione è caratterizzata dalla comparsa di prurito molto intenso, vesciche od orticaria.
Piccole, numerose, rossastre e particolarmente fastidiose: così vengono descritte le punture delle cimici dei letti (nome scientifico Cimex lectularius, in inglese Bed Bugs). Ancora poco conosciuti, e spesso confusi con altri infestanti (per esempio gli acari della polvere, portatori di numerose allergie alle vie respiratorie, soprattutto per i bambini), questi insetti possono essere una sgradita presenza nelle stanze e nei letti di casa, oltre che in quelli di hotel, alberghi, B&B, foresterie, visto che per spostarsi si nascondono in bagagli, valigie, zaini, borse. Tanto che sono anche chiamati “insetti del viaggiatore”.

Pericoli derivanti da un’infestazione da cimici dei letti

Insetto che rifugge la luce e abbandona il nido soltanto durante le ore notturne, la cimice dei letti si nutre di sangue umano ed è attratta dal calore corporeo, dalle emissioni di anidride carbonica e dagli odori della pelle. Individuata la vittima, la cimice dei letti vi inietta la propria saliva anticoagulante, assume una quantità di sangue pari a circa 5 volte il peso del proprio corpo e infine torna a nascondersi in un posto sicuro.
La puntura della cimice dei letti non è dolorosa ma è potenzialmente pericolosa per l’uomo. Solitamente è molto fastidiosa la reazione allergica alla saliva inoculata, che si traduce nella formazione di bollicine pruriginose. L’entità della reazione allergica è variabile da soggetto a soggetto e a volte rende impossibile accorgersi dell’aggressione. Disinfettare le punture serve a calmare l’irritazione, ma quando sono numerose possono provocare sfoghi pruriginosi o eczemi.

Letti, materassi, tappeti e fessure: dove si annidano le cimici

La capacità infestante della cimice dei letti è notevole, perché la sua presenza rischia di passare inosservata. Le sue punture sono spesso attribuite ad altri insetti e, se l’avvicendamento degli ospiti negli ambienti infestati è rapido e continuo (come, per esempio, nelle stanze degli hotel), può trascorrere parecchio tempo prima che si prenda coscienza del problema: a quel punto però, la colonizzazione è già in stato avanzato. Tipici segni della presenza delle cimici sono le piccolissime macchioline nere (gli escrementi degli insetti) o rosse (cioè, le tracce del loro pranzo) sulle lenzuola. Le cimici dei letti, grazie alle loro dimensioni ridotte (5-7 mm) e un corpo particolarmente appiattito, sono in grado di nascondersi nelle fessure, dove risultano presenti esemplari di tutte le età, uova, residui di muta. Ma i nascondigli preferiti dalle cimici dei letti sono, appunto, i letti (cuciture di materassi, cuscini, sponde, reti e testate), gli armadi, la moquette, i battiscopa, le tende, la carta da parati e persino le prese elettriche

Come liberarsene?

Un buon metodo di prevenzione è quello di mantenere gli ambienti il più possibile puliti e non occupati da un arredo eccessivo. Negli alberghi e nelle strutture ricettive sono consigliabili: l’intervento con l’aspirapolvere nel locale infestato e l’ispezione delle camere adiacenti, nonché la sostituzione del materiale usato, per evitare la diffusione delle cimici. Per gli ospiti il suggerimento è questo: di ritorno da un viaggio non portare i bagagli direttamente in casa, ma scuoterli all’esterno e con un certo vigore.

Ricorrere a metodi “fai da te” rischia di peggiorare la situazione. Per sradicare in modo efficace il problema – e ci vorranno settimane, quando non mesi – è opportuno l’intervento di un professionista, che con l’ausilio dei giusti prodotti e delle migliori tecniche, sapranno non solo trattare il problema ma garantire un’eliminazione definitiva di questo insetti da materassi e letti.

GIMAR, azienda che da anni opera nel settore della derattizzazione, deblattizzazione e sanificazione da cimici da letto a Manfredonia e nella provincia di Foggia, è specializzata nella disinfestazione ecologica verso questo pericoloso parassita con l’impiego di un’apparecchiatura per la produzione di vapore saturo secco surriscaldato.
Un altro rimedio è l’uso di Cold Zone, un sistema di criodisinfestazione che non solo consente di battere i nemici delle allergie, della salute e dell’igiene in genere senza contaminare l’ambiente in cui viviamo con agenti chimici, ma è anche estremamente pratico e veloce poiché permette di operare in singoli ambienti definiti senza doverli evacuare soprattutto se ci riferiamo ai delicati contesti alimentari e sanitari. Da sottolineare anche la mancanza di pericolosità, la non infiammabilità e l’assoluta atossicità.

Contatta Soc. Coop. GIMAR o vienici a trovare nei nostri uffici a Manfredonia (Foggia) per ricevere un preventivo o per avere maggiori informazioni sui servizi di derattizzazione, deblattizzazione, allontanamento volatili, disinfestazione e disinfezione da cimici da letto nell’area di Manfredonia, Mattinata, Lucera, Cerignola, San Severo e tutta la Provincia di Foggia e BAT.

Per chiedere un preventivo per il servizio di sanificazione da cimici da letto usa il pulsante e compila il modulo contatti!

Chiedi un Preventivo

Coop GIMAR

La GIMAR è un'azienda di servizi nell’ambito delle derattizzazioni e disinfestazioni, è in possesso della certificazione UNI EN 16636:2015, inoltre è associata A.N.I.D. La GIMAR  è sinonimo di qualità nel settore del Pest Control.

Info e Contatti

 Via delle anatre 8, Manfredonia (FG)
 info@coopgimar.it
 0884.571273
P. IVA:
03980030716 - CCIAA REA n. 290437

Seguici sui social

Pin It on Pinterest

Share This